La sua popolarità si riflette anche sui social network: il profilo instagram della modella supera i tre milioni di followers. La vita privata non le regala meno soddisfazioni, un matrimonio con il dj Sunnery James e due figli, Phyllon e Myllena. Il successo di Doutzen non accenna a fermarsi.

Il risultato fu un classico indimenticabile del cinema che suscitò, a distanza di anni, tanti bei ricordi delle notti passate a ubriacarsi con l’amico Rock (una di queste sbronze iniziò la sera fino alle 3 del mattino, nonostante la sveglia alle 5.30, ma fortunatamente la scena che dovevano recitare era quella del matrimonio durante il quale nessuno di loro diceva una sola battuta, ma si scambiavano sguardi di adorazione l’uno con l’altro).Le prime tre candidature all’OscarElizabeth Taylor è una di quelle poche attrici che poterono vantarsi di aver ricevuto ben tre candidature come miglior interpreti femminili protagoniste, per ben tre anni di seguito. La prima fu nel 1957, per il suo secondo film con Montgomery Clift: L’albero della vita (1957), un film infausto non tanto per l’attrice quanto per Clift che ebbe un bruttissimo incidente automobilistico, che quasi gli fece perdere la vita. Fu la Taylor a salvarlo, entrando fra le lamiere dell’auto distrutta per trascinarlo fuori.

Gli anni Novanta sono infatti gli anni de La Casa Russia (1990), Caccia a Ottobre Rosso (1990), Mato Grosso (1992) e Sol Levante (1993) e non mancano, anche in questo decennio, i grandi rifiuti. No a Jurassic Park e no a Die Hard Duri a morire, per scegliere invece pellicole mediocrissime come Alla ricerca dello stregone (1993) o il ruolo di un agente segreto nel filmone d’azione tutto catastrofici effetti speciali hollywoodiani The Rock (1996) di Michael Bay.Insignito del premio Cecil B. DeMille, affianca una procace Catherina Zeta Jones in Entrapment (1999), e poi si lascia dirigere dal regista indipendente Gus Van Sant in Scoprendo Forrester (2000).

Nel frattempo Caterina ha scritto un sms a sua cugina Maria Sole, minacciandola di ogni ritorsione se solo si avvicinerà a Ludovico, in questa lunga estate che i due passeranno come vicini di casa a Sestri. Poi manda un sms a Ludovico con la faccina triste e una frase che ha rubato a Twilight. Caterina ha quattordici anni e oggi sfoggia lo smalto fluo dell’estate e gli shorts d’ordinanza; ha dimenticato il suo disappunto per la mancata vacanza ligure quando ha saputo che il proprietario della casa ha lasciato la sua vespa ad uso degli ospiti e lei ha strappato alla madre la promessa di poterla usare tutti i giorni per andare a un mare che, le hanno raccontato, è vicinissimo alla città.