15 giugno 2018 agg. 15 giugno 2018, 23.14Dopo giorni di polemiche e accuse, Emmanuel Macron e Giuseppe Conte si sono visti e hanno garantito una convergenza su immigrazione ed euro, ribadendo che si tratta di temi su cui negli ultimi anni l’Ue ha mancato di solidarietà ed efficacia. Le Monde la chiama l’intesa perfetta.

Abbiamo portato l’iniziazione cristiana nelle parrocchie, almeno in quelle che lo hanno voluto, e la gente ha scoperto cosa vuol dire essere cristiani. Essere cristiani è la cosa più grande che possa esserci nella vita. la partecipazione alla vita di Cristo, alla vita divina, all di Dio che ama in maniera sorprendente fino a morire crocifisso come l’ultimo della terra..

Un capolavoro? Per me no. Ma. Diciamo che quando dico di vedere questo film la prima cosa che mi viene da dire “la trama abbastanza semplice, non ti aspettare colpi di scena”. Carlo, in vacanza in Sudafrica con la seconda moglie Susanna incontra il fratello minore Giorgio che in passato lo ha truffato e gli ha portato via la moglie Marta. Ora però è Giorgio a trovarsi sul lastrico mentre Carlo si è arricchito. O almeno così crede perché è nuovamente vittima di una truffa e si trova senza un euro.

Ci riprova, affidandosi questa volta a Oscar Wilde, con un successo leggermente migliore ne Un marito ideale (1999) con Minnie Driver, Rupert Everett, Julianne Moore e Jeremy Northam impegnati negli intrighi di un uomo polito che non vuole perdere la propria reputazione. Nominato ai BAFTA per la migliore sceneggiatura non originale, visti i presupposti, continua a battere il chiodo finché è caldo e sceglie un’altra opera di Wilde da trasporre sul grande schermo: la commedia L’importanza di chiamarsi Ernest (2002) ancora con Rupert Everett, del quale si infatuerà artisticamente al punto da affidarle ben due ruoli (quello della brutta copia di Camilla Parker Bowles Camilla Fritton e di Carnaby Fritton) nella commedia tratta dall’omonimo fumetto nero di Ronald Searle St. Trinian’s (2007).

This is the first time Marquez has really opened up about those dark days in the wake of the allegations. The former Barcelona player’s outward image is one of steely resolve, mixed with a little arrogance, which was perhaps part of him becoming one of a handful of Mexican players to reach the top of the world game. Mexico and club teammates have been known to call him “El Patron” (The Boss)..

Dal romanzo di Charles Webb, Mike Nichols trae un intricato dramma familiare aggiornandolo al fervido clima di contestazione che era nell’aria. Ma gli spunti di polemica sociale sono blandi e contraddittori, se rapportati alla figura del protagonista, che prende solo relativamente le distanze da quel mondo, cui comunque appartiene e di cui non rifiuta i privilegi. La stessa tematica del conformismo è denunciata “dall’interno”, in modo abbastanza generico e semplicistico.