The Sun (2009)He would dress up as a penguin with aviator sunglasses and a cigar to make people laugh. Times, Sunday Times (2010)Forget designer sunglasses and buy glasses made with filters from reputable suppliers of astronomical equipment. Times, Sunday Times (2006)He was tanned and wearing aviator sunglasses.

Il figlio Andrea, seguendo la confessione che il padre gli fece negli ultimi anni di vita, indaga sull’attività che il ciclista, che rifiutò il titolo di “campione ariano” gli aveva chiesto di non rivelare (perché il bene si fa ma non si dice): quella di staffetta di documenti d’identità falsi, nascosti nel telaio della sua bici, recapitati a una rete segreta di monasteri e conventi e destinati agli ebrei nascosti. Grazie alla complicità di alte figure della Chiesa, come Elia Dalla Costa, vescovo di Genova, tutto ciò accadeva nelle tappe dei suoi “allenamenti” tra Firenze, Genova e Assisi. Il riaffiorare di questa storia ancora poco nota è l’occasione per intervistare altri ebrei italiani salvati dai cosiddetti “giusti”.

La vita è come un mazzo di carte, quando lo tagli in due non sai mai quello che ti capita, sta a te accettare la sfida o arrenderti”. Parola di Robert Downey Jr., che di recente ha vestito i panni del supereroe dall’armatura d’acciaio e il cuore artificiale, ma che continua a offrire indimenticabili interpretazioni nel circuito indie. Dopo una vita passata a incarnare il “cattivo” ragazzo in conflitto col padre (Al di là di tutti i limiti, Guida per riconoscere i tuoi santi, Iron Man), in Charlie Bartlett ha il ruolo del “cattivo” padre in conflitto con la figlia (e se stesso).

E poi direi che Sparrow è un buffo mix tra una rockstar alla Keith Richards e una puzzola romantica.A proposito. Keith Richards ha un cameo nel film: com’è stato recitare con lui?Bellissimo. Per lui è stata un’occasione per esplorare il mondo del cinema, per noi un’esperienza di vita.

“Shaqiri does reflect the characteristics of the kind of player we are looking for,” Inter director Piero Ausilio told Sky Sport Italia. “He is a target and we like him, we are not going to disguise that, but there are economic considerations too. There is time from now to February 2, so it requires patience.”.

Poi si sono infilati nel pertugio e hanno “ripulito” tutti gli scaffali sul lato sinistro del negozio, l’unico angolo non protetto da allarme. Si sono portati via occhiali griffati: Dior, Armani, Gucci, Cavalli, dice Davide Liberalesso, il gestore ma stranamente hanno lasciato i Ray Ban. Forse non erano di loro gradimento.