Times, Sunday Times (2007)He might well decide that science is just a load of useless rubbish. Times, Sunday Times (2007)We have the same meals for months on end and spend hours in the sun carrying heavy loads. The Sun (2008)The pain he felt when stooping to load his washing machine got him thinking about better ways to do it.

Perché la bravura tecnica, come suggeriscono le coreografe addette alle selezioni dei ballerini che faranno corona intorno all’artista, non è sufficiente per concretizzare un sogno e raggiungere “la prima fila” nello show. Soltanto undici ballerini proveranno la singular sensation in costumi dorati e cilindro, soltanto la prima linea accompagnerà Jackson sul palco e ne sarà la sua osservante e reverente emanazione, moltiplicata all’infinito come negli specchi di Chorus Line e grazie alla magia del green screen. Dopo aver personalmente promosso gli elementi più meritevoli, l’artista avvia lo show, rigorosamente cronometrico e superbamente coreografico, costringendo la macchina da presa da creatrice dello spettacolo a spettatrice dell’esibizione.

Misurate poi sul vostro viso queste 3 porzioni: tracciate una linea che passa per l’attaccatura dei capelli in cima alla fronte e un’altra che passa per la base delle sopracciglia dal loro attacco (questa è la 1 porzione, l’altezza della fronte); tracciate un’altra linea che passa per il centro della punta del naso (e qui si delinea la 2porzione, l’altezza del naso); infine tracciate una linea che passa per la base del mento (questa è la 3porzione, l’altezza dal naso al mento). Prendete queste misure direttamente sul viso e annotatele sullo schema. Infine prendete l’altezza totale del viso e la sua larghezza (nel punto più largo).

A Varese, verbali da rifare al processo per l Macchi. A Bolzano, errori soprattutto con la doppia lingua. A Reggio Emilia, trascrizioni in ritardo al processo contro le cosche di E poi una segnalazione formale partita da Roma, due da Verona, una da Novara.

Clooney impasta tutto questo con un umorismo e una sfrenatezza che sono quelli ormai classici del “made in Coen”: ma il classico non stanca, è tale perché regge. Villette tutte uguali, strade pulite e ordinate, tutti che si conoscono e fratellizzano, aria tersa e limpida da respirare. Peccato solo che ogni tanto poteva capitare che in quelle cittadine ci venisse ad abitare [.].

Abbiamo deciso così assieme a Carla di restituire all’Africa quello che ci aveva dato. Una domenica ci siamo dati un appuntamento con Gianfranco Morino ai bordi dello slum dove sta cercando di far sorgere una struttura ospedaliera completamente gratuita per i suoi pazienti e abbiamo deciso di dargli una mano a portarla a termine.Carla Vangelista: Gianfranco si sta occupando anche della formazione del personale medico, seguendo il principio sacrosanto che l’Africa ha molto bisogno di carità ma di autonomia. Da questi intenti è nato il libro per bambini dedicato alla figura di Fish N’Chips che è lo sviluppo del pupazzo che Charlie si porta dietro per tutto il film.