Un emozionante thriller paranoico dal ritmo serrato su una famiglia in fuga da un evento inspiegabile e impossibile da arrestare, che minaccia non solo il genere umano. Ma anche un istinto primordiale: la sopravvivenza. Tutto ha inizio all’improvviso, senza avvertimenti.

Peckinpah, però, non voleva rinunciare a lui e, durante il periodo di tempo necessario per le riprese messicane, costrinse costumisti e scenografi a trovare una serie di escamotages per ovviare all’inconveniente. E Borgnine, che gli fu per sempre grato di questa gentilezza, accettò di lavorare con lui ancora una volta, nel 1978, in Convoy Trincea d’asfalto.I film degli anni SettantaNel 1971 si fa cospargere di burro d’arachidi per attirare i topi e rendere più realistica una scena in Willard e i topi, poi è accanto a Christopher Lee in La texana e i fratelli Penitenza.Nel 1972 si unisce all’equipaggio sfigato di L’avventura del Poseidon con Gene Hackman, poi ritorna accanto a Bette Davis in Provaci ancora mamma e a William Holden in La feccia (1972), sostituendo Van Heflin nel ruolo di Hoop, perché morì appena prima delle riprese.Nel 1975 arriva il suo primo film horror, Il Maligno, con Ida Lupino e John Travolta, ma si ritrova a recitare anche con Burt Reynolds e Catherine Deneuve in Un gioco estremamente pericoloso. Passa dai classici (Il principe e il povero, 1977, con Rex Harrison) alla fantascienza di serie Z (The Black Hole Il buco nero, 1979, con Anthony Perkins).

una delle attrici insieme a Bette Davis e Romy Schneider alle quali Pedro Almodvar ha dedicato Tutto su mia madre. Lei, che con la Davis aveva lavorato nel 1979 nel film per la tv Abisso: storia di una madre e di una figlia, si sarebbe poi distinta come interprete di carattere in grado di vestire con successo personaggi del tutto diversi fra loro, spesso legati al cinema indipendente. Anni dopo avrebbe detto che in principio, quando le proposero il ruolo della figlia della Davis, fu sul punto di rifiutare perché temeva che tutte le sue illusioni si sarebbero dissolte, ma fortunatamente non resistette alla tentazione.

Una testimone ha detto alla tv francese che l’uomo, quando ha sollevato la visiera, sembrava avere un tatuaggio sulla faccia. Le riprese video hanno però permesso di identificare la targa dello scooter che l’uomo ha usato, ha detto la polizia. Si tratta di un mezzo acquistato nel maggio scorso.

Sutherland riesce nell’intento di appassionare lo spettatore al “cattivo”, che in questo caso è il protagonista del film. La solitudine del protagonista viene riempita dallo spettatore che ne segue le mosse, pur sapendo che alla fine cadrà in qualche trappola mortale.La trappola scatterà nello scenario naturale, aspro quanto affascinante, di un’isola scozzese, nel momento in cui, per la prima volta, il protagonista tradirà un momento di debolezza sentimentale.Bello e conivolgente, il film scorre continuaLa vita, non troppo serena dal punto di vista della convivenza matrimoniale, di David e Lucy, giovane coppia che vive su un’inquietante isola a largo della Scozia, viene sconvolta dall’arrivo della spia tedesca Heinrich Faber.Dall’omonimo romanzo di Ken Follett, autentico genio della spy story, un film di spionaggio bello e godibile, realizzato con intelligenza, con un ottimo Sutherland (perfetto nel ruolo), e con atmosfere molto efficaci, seppure l’azione coinvolga non troppi personaggi. Continuaziogiafo La cruna dell’ago USA 1981 Un originale film di spionaggio.