41. Diagnosis of Autoimmune Disease R. L. Solo dopo la morte della donna, avvenuta nel 1989, Julie scoprirà, rinvenendo una raccolta di articoli sui suoi successi (riuniti dalla madre in tutti quegli anni), che era fiera di lei, ma troppo orgogliosa per ammetterlo. Figlia di un’impiegata postale irlandese e di un operaio, cresciuta a Birmingham, Julie Walters, in effetti, (dopo aver frequentato una scuola cattolica gestita da suore) aveva cominciato a studiare e a lavorare come infermeria al Queen Elizabeth Hospital della sua città, ma poi aveva bruscamente virato per la professione di attrice, iscrivendosi ai corsi di recitazione e di inglese della Manchester Metropolitan University. Dopo una serie di spettacoli teatrali in una compagnia di Liverpool, dove si mette velocemente in luce per le sue performances piene di humour, tenta la strada televisiva prima in qualche telefilm come Empire Road (1978), poi passando a numerosi film tv britannici.

Per esempio, è accanto a Tino Buazzelli in “Vita di Galileo” di Bertolt Brecht, partecipando anche ad allestimenti come “Rosamunda” di Vittorio Alfieri, “Il morino” di Carbocci (sempre per la regia di Paolo Poli, “Il Barbiere di Siviglia” di Beaumarchais, “La donna nell’armadio” di Ennio Flaiano, “Clizia” di Machiavelli e per la regia di Ugo Chiti, “Conversazione senza testimoni” per la regia di Carlo Mazzacurati, il quale sarà fortemente legato all’attore Messeri, tanto da imporlo anche cinematograficamente in ogni sua pellicola. Seguono, “Hotel dei due mondi” diretto da Andrée Ruth Shammah e “Pigmalione” di Shaw, con Jeppy Glejeses. Ma la creatività e la voglia di fare di Marco Messeri sono senza limiti e così, all’infuori della dimensione palcoscenico eccolo anche alla radio in “Satchmo”, trasmissione sulla vita di Louis Armstrong e “Stenterello”, programma in 13 puntate su Radiouno.

Kiriya, al suo debutto dopo un evidente passato nei videoclip, sconvolge senso e priorità del manga originario: ora il giovane Tetsuya muore in guerra, ribellandosi ad Azuma, e diviene Kyashan solo quando il padre lo “resuscita” per mezzo delle neo cellule. Una guerra a cui partecipa in opposizione al dottor Azuma, con uno spirito che richiama quello della gioventù nipponica anni Trenta che credeva nell’Impero di Amaterasu. La trasformazione in supereroe da atto volontario diviene così obbligo, con Tetsuya/Kyashan catapultato in mezzo a eventi che fatica a comprendere, disponendo di poteri che fatica a padroneggiare.

Ma recita anche in Duetto a tre (2002), 17 again Ritorno al liceo (2009) e Matrimonio in famiglia (2010).Con Forest Whitaker, America Ferrera, Carlos Mencia, Regina King, Lance Gross.continua Diana Maria Riva, Anjelah N. Johnson, Lupe Ontiveros, Charles Q. Murphy, Hayley Marie Norman, Jacqueline Mazarella, Sy Richardson, Shannyn Sossamon, Carlee Avers, Shondrella Avery, Délé Ogundiran, Joaquin Pastor, Tonita Castro, Gina Rodriguez, Susanna Musotto, Jae Tracie, Jessica Starr Folger, Stephanie Matson, Matt Sauter, Bubba Ganter, Warren Sapp, Sterling Ardrey, Anna Maria Horsford, Natalina Maggio, Fred Armisen, Taye Diggs.