Times, Sunday Times (2012) Please allow up to 28 days for delivery. Times, Sunday Times (2009)Things to bear in mind: for some lenders there is a minimum amount you are allowed to overpay. Times, Sunday Times (2014)NI contributions would better cover benefits if employers paid in a decent amount and allowed the employee to do the same.

I due film narrano le vicende di un uomo che uccide la propria moglie e il proprio figlio in un impeto di gelosia, scatenando però una maledizione mortale su chiunque entri nella casa dove si è consumato il delitto e che puntualmente verrà perseguitato dai due fantasmi. Non c’è scampo per nessuno: né per l’insegnante del bambino morto, né per poliziotti e curiosi. Ju On ottiene un grande successo nonostante sia un film a basso costo e spinge Shimizu a proseguire la narrazione della storia trasferendola sul grande schermo.

“Sono un appassionato che ama trasformare i sogni in realtà. Ma non cerco il riconoscimento dei media, io voglio semplicemente concretizzare i miei progetti”, commenta lui, più dispiaciuto che infastidito. Breve recap per i lettori: nel gennaio 2014 Cédric Naudon annuncia in una conferenza stampa memorabile che trasformerà un pezzo di Parigi in una sorta di “paradiso del buono e del bello”.

A un target elevato punta anche un altro clan napoletano, quello dei Contini. Noto alle cronache per la recente inchiesta sul riciclaggio nella catena di ristoranti “Pizza Ciro”, frequentati da vip e politici. Meno noti gli interessi nello spaccio di false Hogan assieme a un imprenditore affiliato ai Mazzarella.

Lavora soprattutto in patria, arricchendo la sua carriera di titoli come Top managers (1987), Mentire per non morire (1988), Forza maggiore (1989) e il film con Jeanne Moreau demain (1992). Questo almeno fino a quando Robert Altman lo sceglierà personalmente per recitare accanto a Julia Roberts, Marcello Mastroianni, Tim Robbins, Rupert Everett e Sophia Loren nella pellicola dedicata al mondo della moda Prt à porter (1994). Da quel momento in poi comincerà a essere conosciuto e voluto (soprattutto) anche all’estero per pellicole come French Kiss (1995) con Meg Ryan e Kevin Kline e Dolce far niente (1998), anche se comunque il cinema d’oltralpe lo custodirà fortemente fra le sue braccia con L’ussaro sul tetto (1995), L’avversario (2002), Pistole nude (2003), Hotel a cinque stelle (2006) per il quale ruolo di secondo piano sarà nominato ai César, anche se strapperà la statuetta lo stesso anno per la pellicola Ne le dis à personne (2006), ritrovando Depardieu ne Je suis parti de rien (2008) e confermandosi come uno dei moderni titani francesi.