Una linea di difesa che ricorda da vicino quella usata dall’allora ministro Maria Elena Boschi nel pieno dello scandalo banca Etruria. Durante un’intervista a La7, la Boschi replicò al direttore del Fatto Quotidiano Marco Travaglio che: In un Paese serio si ama la verità. Sono convinta se fossi stata un uomo Travaglio non mi avrebbe riservato lo stesso trattamento che mi ha riservato in questi anni.

La divertente sit com ambientata all’interno di una piccola compagnia aerea apre le porte a diverse proposte televisive: nello stesso anno è nel drammatico telefilm Amore impossibile, nel film tv If I Die Before I Wake, partecipa ad un episodio di Mad Tv (1995) e approda infine alla serie Cinque in famiglia che ebbe un successo clamoroso negli Stati Uniti, tanto da vincere anche il Golden Globe come migliore serie drammatica dell’anno (in Italia si rivelò stranamente un flop). Qui veste i panni del giovane Charlie Salinger che, dopo la morte dei genitori, cerca, assieme al fratello maggiore, di badare ai componenti più piccoli della famiglia.In seguito alla chiusura della serie che gli ha permesso di raggiungere una certa notorietà (la rivista “People” lo inserisce nel gruppo degli uomini più belli al mondo), la carriera lavorativa di Matthew non riesce a decollare. Continua ad accumulare ruoli, anche importanti da protagonista, che però rimangono chiusi nel circuito della fiction televisiva con un seguito di pubblico inconsistente.

Grace però, da monarchica convinta qual è, non perdona a Philippe il voto in favore della messa a morte del Re. Si ritrova poi coinvolta in un processo nel quale, a seguito di una lettera rinvenuta in un suo cassetto, viene accusata di essere una spia inglese controrivoluzionaria. Continua.

Voto 6 su 10. Film comunque carino.L AI TEMPI DEL COLERA (GB/USA, 2007) diretto da MIKE NEWELL. Interpretato da JAVIER BARDEM GIOVANNA MEZZOGIORNO BENJAMIN BRATT JOHN LEGUIZAMO CATALINA SANDINO MORENO HECTOR ELIZONDO LIEV SCHREIBER FERNANDA MONTENEGRO Tratto dal romanzo El amor en los tempo del colera (1985) di Gabriel Garc M dotato di pagine potenti e certamente non semplice da adattare sul grande schermo, ma lo sceneggiatore Ronald Harwood (Oscar per Il pianista) ha fatto del suo meglio per trasportare la ricchezza emotiva e inventiva del libro nelle scene, nei dialoghi e nei rapporti che incardinano il film su un genere melodico popolare non troppo melenso e piuttosto gradevole, almeno a chi se ne intende.

Sono tanti i punti oscuri sulla morte di David Rossi, motivo per il quale in molti ritengono che l’archiviazione del caso sia stata troppo veloce. Il capo della comunicazione della Banca Monte dei Paschi di Siena ha litigato con qualcuno prima di volare nel vuoto? Davide Zavattaro, colonnello dei RIS dei Carabinieri, ha spiegato a Quarto Grado che potrebbe esserci stata una colluttazione dentro la Banca prima della caduta dalla finestra. Personalmente la trovo l’ipotesi più probabile.