Prodotto daParamounteSkydance, conJerry Bruckheimera curarlo personalmente come avvenne trent’anni fa,Top Gun 2, che probabilmente si chiamerà Top Gun: Maverick, diretto da Joseph Kosinski ha trovato, infine, la sua strada. Scritto da Peter Craig e Justin Marks, il sequel ambientato ai nostri giorni riporterà Cruise nei panni dello spericolato pilota di caccia ora alle prese con la tecnologia dei droni che rende obsoleto il suo modo di volare. Ci riserviamo di vederlo prima di poter dire che il fascino del mitico aviatore della Marina non ha età..

A sedici anni inizia a lavorare come modella, un’esperienza importante che la vedrà impegnata per molti anni. Nel 1993 compare, anche se in un piccolo ruolo, nella commedia Le donne non vogliono più di Pino Quartullo, seguito da una parte più interessante ne L’uomo delle stelle (1995) di Giuseppe Tornatore e da una partecipazione all’avventuroso Buck and the Magic Bracelet (1999) di Tonino Ricci.La conduzione televisiva e la fortuna di Elisa di RivombrosaIl suo esordio nel mondo del piccolo schermo corrisponde con la nascita del canale televisivo La7, nel 2001, quando viene chiamata a condurre “Zengi”, game show di grande successo. Negli anni successivi continua a lavorare in televisione come presentatrice di “Blind Date” e di “Faccio cose, vedo gente”, speciale di commento sulla Mostra del cinema di Venezia 2006.

“Siamo stati un po’ folli a portare delle cose in tv ma non ce ne siamo mai pentiti. ammette la Balivo Abbiamo cercato di fare una trasmissione che è una vera famiglia e rivedere queste immagini ci fa pensare a quante ne abbiamo fatte”. Ciacci la sorprende mostrandole le sue interviste, gag, momenti divertenti e molto altro.

Come Zemeckis (The Walk) prima di lui, recupera la gravità dell’iconografia storica US, l’immagine depositata nella coscienza collettiva e la compensa, risvegliando Sully dall’incubo e suturando le ferite di New York. Al rigore geometrico dell’uomo che cade, fotografato da Richard Drew e allineato alla verticalità della Torre Nord, Sully replica la geometria orizzontale e variabile delle ali di un airbus che galleggiano e sorreggono la vita. Quella che Sully ha garantito con un gesto solerte, abile, puro.

Regale come le tonalità del carminio. Noi lo associamo alle ciliegie, succose, tonde, morbide e dalla skin un po’ lucida, ma non per questo meno attraenti. Il red cherry ha colorato le sfilate dell’autunno/inverno 2014/2015: Emilio della Morena, Gucci, Christian Dior e anche Chanel, spesso accostato alla palette dei rosa, dal flou al pastello..