Il film di De Palma può essere considerato così come una metafora sulla ribellione giovanile contro l’autorità che si trasforma in violenza; e Carrie, una scolaretta fragile e sensibile che si fa spaventare dalle mestruazioni e si commuove quando viene eletta reginetta del ballo, finisce per rappresentare l’emblema degli effetti incontrollabili ai quali possono portare l’infelicità e la solitudine in un essere umano. Ma Carrie è anche una pellicola intessuta di simbolismi e dominata dal tema del sangue: dall’incipit, con il sangue mestruale che scorre fra le gambe di Carrie, al “bagno di sangue” finale nella scena del ballo. Decisamente funzionale la regia di De Palma, che fa ampio uso di carrellate, ralenti e della tecnica dello split screen, ed efficacissima la colonna sonora di Pino Donaggio, che ricalca il tema musicale di Psyco.

Both are used in nasal sprays, eye and ear drops, cold medicine, hand sanitizer and on and on. It impossible to avoid these products. Food, cosmetics, medicines including inject able medicines. POV: Describe the film’s style.Drury Gunn Carr: We intentionally made it a mystery, because for many people in Libby, it was a mystery why they were getting sick, and for a long time they were not told what was really happening to them. We chose to reveal things slowly, so you only get pieces of information a little bit at a time. That’s how the people in Libby had this revelation.Doug Hawes Davis: Certainly we fit into the cinema verit tradition.

Why oh why are human beings so lazy and dirty. The disposal of rubbish anywhere on the planet shows a lack of respect to Mother Earth and immediate surroundings. It’s a daily event that humans are too lazy too dispose of the most simplest of rubbish.

Times, Sunday Times (2016)Now it seems a distant memory. Times, Sunday Times (2017)Homes have so many memories and sometimes we’re scared to leave those behind. Times, Sunday Times (2016)Some moments in Test cricket live long in the memory. Segnatevi il nome: sarà lei il prossimo (francese) per cui vi farete la frangia. Dopo Brigitte Bardot, Jane Birkin nata a Londra ma più franais della baguette e Amelie ecco Annabelle Belmondo: natali americani, savoir faire d e invidiabile ciuffetta. E sì, se il cognome vi suggerisce “Jean Paul” avete indovinato: Annabelle è una”nipote d Titolo che la ragazza porta con grazia e ironia dimostrando un che, a parlarle, vorresti subito diventar suaamica.

Stata l’unica opera italiana in concorso nella sezione Panorama della 57^ Berlinale e ha partecipato a più di cinquanta festival internazionali vincendo diversi riconoscimenti. Riparo è già uscito in Spagna, è stato acquistato dal Nord America e in Francia verrà distribuito in venticinque copie. In Italia ancora non è sicuro in quante copie uscirà (“tra le quindici e, speriamo, venti”, ha dichiarato il produttore Mario Mazzarotto) e questi sono dati che aprono una serie di domande, prima fra tutte perché nel nostro paese non si riesce a creare un circuito cinematografico alternativo a quello dei soliti noti.