L’ha usata il professor Gordon Pennycook, e il suo team di colleghi, per illustrare il risultato di una ricerca condotta presso l’Università di Waterloo in Ontario, Canada. Attraverso una serie di test, sottoposti a centinaia di partecipanti, i ricercatori hanno infatti spiegato la stretta connessione tra una scarsa intelligenza e la propensione a credere a frasi apparentemente “profonde” o ad altre fantomatiche, appunto, “cazzate”. I soggetti in esame sono anche meno riflessivi e più inclini a dare credito a teorie cospirative, manipolatorie e a fenomeni come il paranormale o la medicina alternativa.

Quando finalmente Jean scoprirà l’identità dell’assassino, anche le sue paure e le sue ossessioni verranno alla luce. Finché una tempesta non sconvolgerà definitivamente la sua vita. Fisico, sensuale, intrigante. This is not the heart of Calvinism. That you think so shows that, despite all your time here on CF, you still only know your straw man view of Calvinism. I honestly cannot see how trying to correct you further will be of any benefit.

All’inizio si dedica alla pittura e poi al teatro, frequentando l’Accademia d’arte drammatica di Londra e specializzandosi nella produzione letteraria di Shakespeare. Alla sua terza apparizione cinematografica è già nel cast di Un uomo per tutte le stagioni (1966) di Fred Zinneman, dramma storico vincitore di cinque premi Oscar. Dopodiché passa al leggero Alla ricerca di Gregory (1969), alla commedia d’avventure hustoniana La forca può attendere (1969) e, dopo aver affiancato Richard Attenborough in L’assassino di Rillington Place n.

Dopo il grande successo di pubblico di Le fatiche di Ercole Pietro Francisci nel 1959 riporta sullo schermo il personaggio mitologico interpretato da Steve Reeves in una storia che attinge abbondantemente alle tragedie in Colono di Sofocle e sette contro Tebe di Eschilo. Nella parte centrale del film c la mano di Mario Bava a illuminare di una particolare suggestione il misterioso regno, governato dalla della Regina Onfale, interpretata dalla bella e sfortunata Sylvia Lopez, morta di leucemia pochi mesi dopo la fine delle riprese e seppellita al cimitero di Montparnasse. Il successo di questo lungometraggio, che totalizza 900 milioni di lire di incasso, sancisce definitivamente la nascita di quel genere mitologico all che i francesi ribattezzeranno [+]Dopo il grande successo di pubblico di Le fatiche di Ercole Pietro Francisci nel 1959 riporta sullo schermo il personaggio mitologico interpretato da Steve Reeves in una storia che attinge abbondantemente alle tragedie in Colono di Sofocle e sette contro Tebe di Eschilo.