Vai alla recensioneVirz sbaglia poche volte. Non sar Bergman o Fellini o Kurosawa, ma sbaglia pochissimo. La trama del film facile, ma pu cadere nel melenso o nel patetico; Virz si salva con la modestia e la scelta degli attori e la collaborazione di una produzione francese che si vede e si sente nello stile..

Anzi, le manette facili sembrano aumentare la propensione alla violenza. I pensatori progressisti, da Beccaria a Turati, non avevano bisogno di statistiche per insegnare che un carcere disumano è una scuola di delinquenza. Chi entra spacciatore ne esce narcotrafficante, il ladro diventa rapinatore, il criminale comune è reclutato dalla mafia..

Mi ero ripromessa di vederlo, ma, il giorno dopo, non c’era già più. E non è una sorpresa. Questo film potrebbe essere un manuale su “come non fare un documentario”.Finalmente sono riuscita a vederlo grazie a una biblioteca, ma è stato veramente una delusione.

Ciò nonostante, il rimorso di essere stato l’unico scampato in famiglia lo accompagnò per il resto dei suoi giorni. “Giacomo, è buio. Accendi la luce Anche il trauma psicologico non lo abbandonò mai: poco prima di morire, a Milano il 28 ottobre 1939, chiese ai familiari di attendere quarantotto ore prima di finire sotto terra per paura di essere sepolto vivo come stava accadendo a Napoli trent’anni prima..

Ritrova Jackson sul set del film demenziale Palle in canna (1993) e poi dal 1995 al 1998, prenderà parte soprattutto a ruoli televisivi in telefilm come Chicago Hope (1995), Il tocco di un angelo (1996), Millennium (1997) e Ultime dal cielo (1998).Ottimo caratterista calato nel ruolo del detective di turno, recita con Gene Hackman in Extreme Measures Soluzioni estreme (1996) e con John Travolta e Dustin Hoffman in Mad City (1997). Nel 1998, viene scelto da Giuseppe Tornatore per essere il padre adottivo del pianista Novecento ne La leggenda del pianista sull’oceano, poi prenderà parte alla trilogia di Sam Raimi su Spider Man (2002, 2004 e 2007) nel ruolo di Joseph “Robbie” Robertson, accanto a James Franco, Kirsten Dunst, Willem Dafoe e Tobey Maguire. Accanto ad Al Pacino in People I Know, ma ritrova Hoffman e Hackman sul set de La giuria (2003), dove si mette in luce per le sue interpretazioni filosofiche.

Non mancano le apparizioni nelle vesti di guest stars di numerose rockstar, come quella di Suzi Quatro nei panni di Leather Tuscadero, una diva del rock; Tom Hanks appare in un cameo nella puntata 216; tra gli altri ospiti di passaggio si fanno notare Frankie Avalon nei panni di sé stesso, Cheryl Ladd, Dick Van Patten, Morgan Fairchild, Larry Poindexter, Katherine Kelly Lang. Prima della fine, Richie torna a Milwaukee per poi tentare fortuna come scrittore a Hollywood mentre Lori Beth è in attesa di un altro figlio, Fonzie compra casa abbandona il monolocale sopra il garage dei Cunningham e adotta un orfano; Joanie e Chachi finalmente si sposano; Howard e Marion, con entrambi i figli accasati, ringraziano i telespettatori di aver fatto parte della loro famiglia. Thomas L.