Avevo quattordici anni quando fui uccisa, il 6 dicembre del 1973″.Così comincia, dopo un brevissimo incipit, il romanzo di Alice Sebold “Amabili resti” e così ha inizio il nuovo film di Peter Jackson. Una voce fuori campo che in prima persona ci introduce nel suo mondo e racconta la sua stessa morte. Non è un procedimento nuovo al cinema: prima di Susie Salmon avevamo già ascoltato lo sceneggiatore Joe Gillis in Viale del tramonto o l’impiegato in crisi di mezza età Lester Burnham di American Beauty raccontare la loro vita da morti.

Il lavoro di Short per la televisione comprende anche il ruolo interpretato nella mini serie della NBC candidata all’ Emmy Merlin, che ha fatto registrare uno degli auditel maggiori della storia della televisione. In seguito è stato uno degli interpreti dell’acclamato Alice nel paese delle meraviglie per la NBC, nei panni del Cappellaio Matto.Veterano dei palcoscenici in Canada e a Broadway, Short ha ricevuto molti plausi, e si è aggiudicato una candidatura al premio Tony, un Theatre World Award e un Outer Critics Circle Award per la produzione di The Goodbye Girl, andata in scena a Broadway nel 1993. Nel 1999, Short ha vinto il premio Tony come Migliore Attore in un Musical per il suo lavoro nella produzione di Little Me di Neil Simon Cy Coleman, rappresentata a Broadway.Nell’autunno del 1999, Short ha portato il suo talento comico e musicale, la sua versatilità e la sua grande abilità nell’improvvisazione in televisione con il programma quotidiano The Martin Short Show.

Gi dall non mi ha attirato molto ma a met film non ero coinvolta per niente, volevo che il film finisse al pi presto e non l lasciato a met solo perch ero curiosa di sapere come andasse a finire, non amo lasciare a met i film. Ci sono troppi personaggi e nel tentativo di creare vari tipi di personaggi particolari si finiti per abbozzare sootanto alcuni e quelli trattati pi profondamente sono stati deludenti. Protagonisti sono due ragazzi, Laura e Sandro.

Dopo una certa fatica iniziale le cose vanno quasi a posto. C’è una complicazione, anche gli altri fratelli vogliono prendere moglie, così organizzano un rapimento, proprio come fecero i romani con le sabine. Una valanga impedisce ai parenti di raggiungere le rapite, così passa l’inverno.

Studente presso la 32nd Street Visual and Performing Arts Magnet School, l’adolescente si iscrive al liceo Alexander Hamilton.All’età di sedici anni, eccolo ingaggiato nel Disney’s serial Even Stevens: da questo momento, l’adorabile faccino di LaBeouf entra nelle case degli americani per non abbandonarle più. Quel dispettoso marmocchio di Louis Stevens gli fa incassare i primi importanti riconoscimenti come il Daytime Emmy Awards.Intanto, è costretto da una perfida Sigourney Weaver a scavare Holes Buchi Nel Deserto, si ficca negli assurdi pasticci di Scemo più scemo Iniziò così. Mettendosi, infine, al servizio delle Charlie’s Angels: più che mai.Proiettato nel futuro androidiano di Io, Robot, il divo, nel 2005, si tramuta nel braccio destro di Constantine .Dodici mesi dopo, incarna un giovane Dito Montiel nell’autobiopic Guida per riconoscere i tuoi santi ed entra nel corposo casting di Bobby.Il 2007 lo sorprende a giocare con i mastodontici Transformers di Michael Bay, nonché a spiare i vicini di casa nel thriller hitchcockiano Disturbia.Shia, che in ebraico significa “dono di Dio”, è anche un filmaker in erba: nel 2004 ha scritto e diretto, con l’amico Lorenzo Eduardo, il corto Let’s Love Hate, premiato al Chicago International Children’s Film Festival, nonché al Newport International Film Festival.Il divo, che predilige pellicole spassose come Scemo + scemo e Assatanata, festeggia sia il Natale che Hanukkah.Le star che ama maggiormente sono: Dustin Hoffman, Jodie Foster, Jon Voight e John Turturro.Musicista dotato, LaBeouf suona, tra gli altri, la batteria: le sue rappeggianti performance al fianco dell’MC G Money sono state decisamente apprezzate dagli ospiti del Viper Room.