Nello stesso anno si segnala anche per una breve apparizione in The Tourist, secondo lungometraggio di Florian Henckel von Donnersmarck, il regista che conquistò l’Oscar per il miglior film straniero al suo esordio dietro la macchina da presa, Le vite degli altri (2006). La vicenda è ambientata a Venezia, i protagonisti sono Johnny Depp e Angelina Jolie, ma nel cast figurano diversi interpreti italiani tra cui, oltre ad Esposito, Neri Marcorè, Christian De Sica e Alessio Boni. L’anno seguente recita sul set di Mozzarella Stories, una commedia nera diretta da Edoardo De Angelis e incentrata sulla guerra tra italiani e cinesi per la mozzarella di bufala, in cui Esposito interpreta l’esilarante ruolo di Gigino ‘a Purpetta.

Questa l del film, dove, tra malintesi, sit com e gag ben scritte e soprattutto una “famiglia” di quanto pi eterogeneo e variopinto si possa immaginare, sono arrivato a met divertito, ma nel contempo preoccupato. Non so infatti quanti film americani ho visto, soprattutto commedie, che crollano da met in poi. Sono quelle in cui tutto si basa sulla scena e sull dell e meno sulla storia e il suo sviluppo.Dopo la met quando ho visto che il ritmo da teen movie mancavano solo le risa a scandire le battute non accennava a mutare, ho preso in mano il telecomando e ho spento.

Nel suo sito ufficiale , nelle prime scene del . Doppiamente benvenuto, dunque: come giornalista e scrittore di grandissima rilevanza, e come “cittadino delle due sponde del Mediterraneo”. La sua storia personale e le sue origini (è nato a Beirut, con genitori e nonni materni nati in Palestina prima della nascita dello Stato di Israele), la sua integrazione in Italia a partire dai tre anni di età, i suoi studi, la sua professione e le sue numerosissime attività pubbliche, lo rendono .

Attore tedesco, ma di origine irlandese, conosciuto per il ruolo del tenente Archie Hicox nel film di Quentin Tarantino Bastardi senza gloria (2009) e per quello di Magneto nel superhero blockbuster X Men L’inizio (2011). Fra i tanti film cui ha partecipato si ricordano anche: Fish Tank (2009); una trasposizione di Jane Eyre (2011); il piccolo capolavoro di David Cronenberg A Dangerous Method (2011) nel quale interpreta lo psicologo Carl Jung; e i due film di Steve McQueen Hunger (2008) e Shame (2011), quest’ultimo titolo gli ha fatto vincere la Coppa Volpi come miglior attore al Festival di Venezia.Nato e cresciuto a Heidelberg, in Germania, da madre irlandese (Adele, trisnipote del leader irlandese durante la Guerra di Indipendenza Michael Collins) e padre tedesco (Josef), è costretto a seguire la propria famiglia (che voleva aprire il ristorante West End House) a Killarney, in Irlanda, all’età di due anni. Fassbender cresce secondo i precetti della religione cattolica, facendo addirittura il chierichetto durante le messe.