una commedia sui generis, con l’idea del sogno, dell’incontro, dell’apertura. Ho shakerato un po’ di film che fanno parte di quello che mi piaceva e mettendoli insieme è venuto fuori questo film”.Simone Spada, registaOpera prima di Simone Spada, Hotel Gagarin sarà al cinema da giovedì 24 maggio. Nel cast, tra gli altri, troviamo Claudio Amendola,Luca Argentero,Giuseppe Battiston,Barbora Bobulova,Silvia D’Amico,Caterina ShulhaePhilippe Leroy.

E se la rivelazione fatale toglie qualcosa in termini di sorpresa e radicalità, alterando l’equilibrio di accecante razionalismo della prima parte, subentra una sinistra ironia macabra, man mano che Steven e Anna scendono a patti con l’assurdo scenario che li riguarda. Nell’indagine delle nostre fobie Lanthimos va oltre la sindrome da home invasion su cui Haneke ha costruito una carriera, per entrare in un terreno che abolisce totalmente la causa scatenante, trasformandola in un puro espediente narrativo. La paura e il senso di colpa sono immanenti, inestirpabili e non possono che accompagnare la perfetta vita borghese di Steven e Anna.

See number two. When women told me the men in their lives refused to be tested, and refused to wear condoms, I often followed up with the very simple question, if it means he ends up dying and killing you too? Their answer, just as simple: high up on the country organizational chart struggle to find a message that strips the discussion of AIDS of shame, judgment and guilt. They openly strive for HIV status to become an unremarkable medical fact as easily produced as a cholesterol level or blood pressure..

Proprio il successo fece emergere gli abissi dell’animo di Robert Downey Jr., quelle stesse profondità che probabilmente gli regalano uno degli sguardi più intensi e veri di Hollywood: quando Robert guarda, vede per davvero il suo interlocutore; quando Robert piega il suo volto in una smorfia d’espressione, diventiamo noi stessi quella emozione.Fu la televisione a recuperarlo: nella serie Ally McBeal ottenne premi e iniziò a risalire la china; il cinema tornò a celebrarlo con Kiss Kiss Bang Bang diretto da un altro grande desaparecido di Hollywood: quel Shane Black che negli anni Ottanta fu lo sceneggiatore più pagato grazie al successo di Arma Letale. Per lui fu letale l’idea di far morire il protagonista della franchigia, Martin Riggs: messo da parte da tutti, si risollevò solo con questa pellicola.Con Iron man Robert Downey Jr. Torna in grande spolvero nei panni di un supereroe: dopo essere resuscitato dalla morte professionale, combattere i terroristi in un esoscheletro di ferro non è una sfida impossibile.Uno è anarchico e sfrontato.