About this Item: Copenhagen, Institute for Theoretical Physics, 1952. 4to. In the original grey stapled printed wrappers. Ci pensa Irene a mettere d’accordo le due identità in contrasto, facendole innamorare. Dopo tante partecipazioni a film drammatici, tanto che i critici cominciavano a tenere il conto dei suoi innumerevoli pianti davanti alla macchina da presa, arriva una commedia esilarante. Renée, infatti, ricorda: “Svegliarmi ogni giorno per andare sul set e impegnarmi per non ridere anziché per non piangere è stato un bel cambiamento rispetto ai miei impegni precedenti.

In effetti, dei “tre maestri del cinema”, risulta l’unico in grado di raffigurare davvero l’eros secondo un punto di vista inevitabilmente originale; l’unico dei tre a non avere clamorosamente fallito la missione.”La mano”, così si intitola il suo mini film, vivendo di atmosfere drammatiche ed estreme che lo scandiscono e caratterizzano, continuaUn film che aspettavo, mi sono sempre appassionata ai cineracconti d’autore. Indubbiamente un film di nicchia, ma non propriamente quello che immaginavo, anzi mi sono ritrovata abbastanza delusa dai vari corti. Quello che più mi ha tramesso emozione è quello di Wong kar wai “La mano”, proprio perchè racconta con sinuosi passaggi chiaroscurati una realtà, indubbiamente tradizionale al suo modo di fare cinema, ma puramente esplicita e molto interessante.

Mi commuovo ancora a ricordarlo esordisce Stefano sia in quanto suo fratello e sia nelle vesti di tifoso biancoscudato. Lui non era né un giocatore, né un allenatore, né un presidente, ma la gente lo ricorda ancora e gli voleva bene per il suo grande amore per quella maglia e per la città. Per lui sapere la fine che ha fatto il Padova sarebbe stato come morire un’altra volta..

You not going to get $100,000 from someone you just met. It a long process. Crowd funding does come with some advantages. Fino ad oggi il suo progetto più ambizioso, il film ha rappresentato un ulteriore ampliamento della sua carriera artistica: racconta la vita e la morte di Ian Curtis, il cantante dei Joy Division, una vecchia passione di Corbijn, che si era trasferito dall’Olanda a Londra proprio “per essere più vicino alla loro musica”. Il filmha vinto una ventina di premi in tutto il mondo, per il Miglior film e la Migliore regia, tra cui cinque British Independent Film Awards, uno dei quali per il Miglior attore protagonista, Sam Riley.In questi ultimi anni, Corbijn ha lavorato a una nuova serie di ritratti dipittori, e diretto un secondo film intitolato The American, con George Clooney nel ruolo del protagonista, campione d’incassi negli Stati Uniti nel2010. Il suo terzo film, intitolato La spia A Most Wanted Man, tratto da unromanzo di John Le Carré e interpretato dallo scomparso Philip Seymour Hoffman, è stato presentato al Sundance Festival nel 2014, con grandesuccesso di critica.