Un gruppo di amici decide di accamparsi in una casetta in mezzo al bosco ma presto scopriranno che il luogo è infestato da presenze maligne. Scritto in collaborazione con Joss Whedon (qui anche produttore ma conosciuto soprattutto per essere uno dei principali registi della serie tv Buffy L’ammazzavampiri), è il primo film diretto da Drew Goddard. Sono numerose le problematiche che ha subito il film in fase di post produzione, tanto che la data di uscita nelle sale ha subito molti spostamenti.

Per noi Mr. Grey è l’attore che lo interpreta sul grande schermo e cioè il bel Jamie Dornan. Sexy e affascinante con la cravatta perfettamente annodata, seducente mentre pilota l’elicottero con fare esperto, e intrigante con i suoi muscoli esibiti con orgoglio nella ‘stanza dei giochi’.

Tutte e tre vengono colpite, quasi immediatamente, da una misteriosa affezione. Li Fai dopo aver contratto delle allucinazioni, muore per le strade del centro di Hong Kong. Nel frattempo Thomas (Matt Damon), il marito di Beth, si prende cura della moglie ammalata, le cui condizioni continuano a peggiorare.Il virus comincia a diffondersi dapprima a Minneapolis, la città in cui vive Beth, poi si sposta a Chicago e nel resto degli Stati Uniti.

Il sogno di tornare a Manhattan è però sempre presente nella sua mente.Una sceneggiatura senza guizzi narrativi, un’overdose di buoni sentimenti e solo un momento che può essere ricordato (l’incontro con Will Smith nella sala d’aspetto di un’agenzia di Pubbliche Relazioni), sono motivi sufficienti per descrivere un film, che ha avuto un discreto successo negli USA, ma che rimane un prodotto seriale, confezionato, come molti altri, a tavolino. Fra lacrime e sorrisi di plastica, artefatti e precisi nello schema della trama, il film di Smith, bisogna ammettere, può portare più di una famiglia al cinema.Abbiamo visto crescere Kevin Smith. Dal geniale turpiloquio in bianco nero di Clerks (1994), alla fantateologia di Dogma (1999), passando per i crucci sessuali di In cerca di Amy (1997) e le futili goliardate Generazione X (1995) e Jay Silent Bob.

The book sections cover The mysteries of migration; Aerial epics (butterflies and moths, locusts, birds, bats); Ocean odysseys (lobsters, oceanic fishes, eels, salmon, seals, whales); Cross country marathons (amphibians, reptiles, small mammals, bears, carnnivors, elephants, caribou, wildebeest, humans). Photographs accompany text written by the foremost scientists inthe field on fanimal behavior. Size: Folio.