Di nuovo in Francia con Lelouch lo vediamo in Bolero (1981), seguito da Giardini di pietra (1987) di Francis Ford Coppola e dall’intenso Misery non deve morire (1990) di Rob Reiner, dov’è uno scrittore di successo alle prese con la psicosi della governante Kathy Bates, premiata con l’Oscar per la sofferta interpretazione. Nello stesso anno è Spaldoni in Dick Tracy, tratto da una striscia comica, e due anni dopo affianca Nicolas Cage e Sarah Jessica Parker nella commedia Mi gioco la moglie. A Las Vegas di Andrew Bergman, seguito dall’adrenalinico L’eliminatore (1996) in lotta contro il mastodontico Arnold Schwarzenegger e dal ruolo eccentrico in Un colpo da dilettanti di Wes Anderson con i fratelli Wilson.Thriller, sperimentazioni stilistiche e parodieNel 1998 è Caan a segnare il grande ritorno al cinema dell’investigatore privato Marlowe in Marlowe, omicidio a Poodle Springs diretto da Bob Rafelson, poi sceglie la leggerezza di un ruolo comico (che prende in giro la sua interpretazione memorabile ne Il padrino) in Mickey occhi blu (1999) dov’è un suocero mafioso che deve “formare” alla violenza un ingenuo e impacciato Hugh Grant.

Emma è la moglie “straniera” e composta di Tancredi Recchi, influente esponente dell’alta borghesia industriale lombarda. Sposati senza amore, Emma e Tancredi vivono tra agi e ipocrisie in una grande villa nel cuore di Milano insieme ai loro tre figli: Elisabetta, Edoardo e Gianluca. Prossimo al padre per cinismo e concretezza, Gianluca si distingue dai suoi fratelli, sensibili e idealisti come Emma, che veglia amorevole sulla loro felicità precaria.

Il ruolo di Jim Levenstein gli rimarrà addosso per lunga parte della sua carriera anche perché prenderà parte ai due seguiti della pellicola: American Pie 2 (2001, che lo premierà per il miglior bacio scambiato con Seann William Scott agli MTV Awards) e American Pie Il matrimonio (2003).Il film con Woody AllenA risollevare la sua carriera arriva però il grande Woody Allen che lo sceglie come protagonista di Anything Else (2003), accanto a Glenn Close. Successivamente, prenderà parte a telefilm come Frasier (2004) e Will Grace (2005), ma solo come guest star. Per lungo tempo fidanzato con l’attrice Lindsay Zir, si sposa però con un’altra interprete, Jenny Mollen, il 23 aprile del 2008.Arrivano a Roma tre protagonisti di American Pie Ancora insieme, l’ultimo capitolo della serie iniziata con il botto nel 1999 e che poi è proseguita in questi anni.

Il cinema ha dedicato ampie pagine alla disastrosa relazione padre figlio. Negli anni recenti registi di film come Magnolia, American Beauty, La mia vita a Garden State, Guida per riconoscere i tuoi santi, Into the Wild e in Italia La cena per farli conoscere hanno offerto il loro personale punto di vista sulla questione, illuminando le zone d’ombra del focolare domestico. Sebbene l’opera prima di Dennis Lee sia solo parzialmente autobiografica in quanto si ispira alla morte della madre il regista precisa che suo padre non ha nulla a che vedere con la figura paterna raffigurata nel film e riflette sul modo in cui la famiglia affronta la perdita, l’elemento centrale di Un segreto tra di noi è rappresentato dal controverso rapporto tra Michael Waechter (interpretato in età adulta da Ryan Reynolds) e Charles Waechter (il padre padrone di Willem Dafoe).