Non rompere (2003). Vero traino al botteghino è in superproduzioni d’oltralpe come L’impero dei lupi (2005) e in commedie riuscite come Ca$h (2007). Nel 2009 è nel noir Le premier cercle mentre l’anno successivo è il protagonista de L’immortale, poliziesco francese diretto da Richard Berry.

Rimane ai margini della società, tra un figlio da far crescere e la dipendenza tossica da contenere, anche nel successivo The Town (2010) di Ben Affleck. Ormai popolare anche tra i cinefili, nel 2011 diventa la protagonista assoluta del film d’azione Lanterna Verde di Martin Campbell, nel quale recita accanto al “supereroe” Ryan Reynolds, che ben presto diventerà suo marito. Il 2012, oltre che del suo matrimonio, la vede protagonista de Le belve di Oliver Stone.

Miller, Roger LeRoy Fishe, Raymond P. H. Microeconomics: Price Theory in Practice (1995)It was a signal honour for Mir. Vai alla recensioneDa Luis Nero, un regista tecnico, ecco un film di vera sperimentazione. La storia racconta l’ultima notte di vita di Rasputin e da qui le immagini della sua crescita politica e spirituale, mostrandone anche i lati più oscuri. Il personaggio è da sempre avvincente e interessante, ma qui quello che colpisce è l’uso del mezzo cinematografico, in particolare le inquadrature che si suddividono sullo schermo [.].

A dimostrazione di essere brava, oltre che bella, basterebbe rivederla nei panni di Dora Charleston, signora snob dell’alta borghesia americana, accompagnata dal suo baffuto signor Charleston (un David Niven fedifrago e per di più investigatore privato) invitati da un Truman Capote in versione lettore infuriato di gialli sconclusionati, in un castello dove si compirà presto un delitto (Invito a cena con delitto). Difficile non ridere con lei quando, all’apparire di una cameriera muta ma urlante (!?!), testimone di un delitto, la prima battuta che proferisce riguarda non tanto l’omicidio, ma una domanda sul bucato (forse con la seria intenzione di assumerla dopo il fattaccio). Una trasformazione incredibile quella di Maggie Smith che è passata da seriosa attrice teatrale baciata da Laurence Olivier ai suoi due Oscar con ruoli fra l’esilarante e il genere drammatico.

The lawyers for the you know, for the five men say that they’re not even allowed to discuss this with their clients, their time in captivity, what the CIA did to them, whether they’re going to be able to introduce into court. So, of course, that’s extremely important. Whether they can there’s an assumption that they’re going to get convicted..