Caratterista americano principalmente attivo nella commedia, ma acclamato quando si trova a indossare imponenti ruoli drammatici.Il cinemaIl debutto cinematografico arriva prima di quello televisivo, cioè nel 1988, quando John Cornell lo sceglie per entrare nel cast di Crocodile Dundee II con Paul Hogan. il primo passo di una filmografia che comprenderà più di una cinquantina di pellicole (Monkey Shines Esperimento nel terrore, Ghost Fantasma, Bed breakfast Servizio in camera, Buffy L’ammazza vampiri, RoboCop 3, Just Friend Solo amici, Tre donne al verde, La sposa fantasma e solo per citarne alcune), dando però il meglio di sé solo in alcune di queste, come nel caso di: Black Rain Pioggia sporca (1989) di Ridley Scott con Michael Douglas; Lettere d’amore (1989), con Robert De Niro e Jane Fonda; Indiziato di reato (1991); Detective coi tacchi a spillo (1991) con Kathleen Turner; Dave Presidente per un giorno (1993) con Kevin Kline e Sigourney Weaver; L’uomo bicentenario (1999) con Robin Williams; White Oleander (2002) con Michelle Pfeiffer; L’uomo che fissa le capre (2009) con Jeff Bridges e Kevin Spacey; Immagina che (2009) con Eddie Murphy; The Conspirator (2010) di Robert Redford; e Cedar Rapids (2011).Viene ricordato per il ruolo di Milton Waddams in Impiegati. Male! (1999), per il mite Gordon in Palle al balzo Dodgeball (2004) e per Suds, il giornalista sportivo perennemente ubriaco in In amore niente regole (2008).

C’è naturalmente il killer che vuole ucciderlo per farsi una reputazione. Pieraccioni è esattamente lo stesso personaggio del Ciclone e dei Fuochi d’artificio, raccapricciante in quel contesto. Il tutto narrato da un bambino, figlio di Doc, che fa anche discorsi ecologici.

Simpatia, suspense, sentimenti e famiglia: questi gli ingredienti di una fiction che ha per protagonista un prete, ma che si occupa del sociale, degli adolescenti; storie in cui tutti possono ritrovarsi raccontate attraverso fatti di cronaca nera. Parlando di simpatia abbiamo rivolto alcune domande a un attore che ha alle spalle una lunga, e variegata, carriera. Chi non lo ricorda affianco a Renzo Arbore, al timone di Indietro tutta! o sul divano di Quelli della notte? Nino (Antonio) Frassica, attore di cinema (lo troviamo anche in Baaria, l’ultimo film di Tornatore) e teatro (è diplomato al Piccolo di Milano), è stato protagonista di molte serie televisive (è il portiere Mario in Butta la luna), ma è spesso ospite di trasmissioni per la sua divertente presenza e per le sue giacche multicolore (motivo per cui anche Sofia Coppola lo avrebbe scelto per una parte nel suo ultimo film Somewhere).