L’operazione, che ha dato risultati eccezionali sulle cavie di laboratorio, tra le quali un topolino bianco di nome Algernon, riesce perfettamente. In breve Charlie raggiunge e supera ampiamente il normale livello di intelligenza umana. Ma il fenomeno si rivela non duraturo: raggiunto un impensabile acme di genialità, il cervello regredisce altrettanto rapidamente.

Le immagini sfocate con cui si apre il film diventano così il filtro ottico attraverso cui leggere l’intera vicenda. C’è il presente con le sue disillusioni, con le sue amnesie, con la voglia di dimenticare anche quel poco che ancora si ricorda. C’è chi invece vorrebbe far rivivere un passato che per lui non può più tornare perché frantumato da una tragedia.

About this Item: Oxford University Press, United Kingdom, 2018. Hardback. Condition: New. Edizione degli Emmy Awards, aggiudicandosi premi come: migliore serie comica, migliore regia (Michael Alan Spiller), migliore sceneggiatura (Steven Levitan e Jeffrey Richman) e migliori attori non protagonisti (Ty Burrell e Julie Bowen, marito e moglie sul set). Nessun riconoscimento, invece, per Ed O’Neill e Sofa Vergara. A ricevere il premio come migliori attori protagonisti di una commedia sono infatti Jim Parsons per The Big Bang Theory e Melissa McCarthy per Mike Molly.

Giovane e appassionata all’universo della recitazione, partecipa durante la sua adolescenza a un corso di espressione teatrale.Già nel 1989, tenta di avere le prime opportunità di lavoro nel mondo del cinema, presentandosi all’audizione (aveva solo 14 anni!!!) per il ruolo da protagonista ne L’amante (1992) di Jean Jacques Annaud, viene scartata in favore di Jane March, ma quello stesso provino le porterà fortuna, dato che il direttore de casting si ricorderà di lei ella proporrà invece come protagonista femminile del film di Gerard Lauzier Mio padre, che eroe! (1991) con Gérard Depardieu, grazie al quale verrà nominata al César come miglior attrice esordiente. Nel 1994, pienamente consapevole che il mondo del cinema potrebbe essere la sua casa, ma più generalmente la recitazione il suo lavoro, segue un corso di quattro mesi all’cole du Cirque de Bruxelles. Successivamente, recita nel film Marie (1994) vincendo il Grifone di Bronzo come miglior attrice al Giffoni Film Festival.Rincorrendo il CésarMa il film che la rende più celebre è, senza alcun dubbio, L’esca (1995) di Bertrand Tavernier, all’interno del quale recita, assieme a Richard Berry, Philippe Duclos e Clotilde Courau, il ruolo di Nathalie, una ragazza complice di due rapinatori.